Laura Nessun commento

ESMA 2018: NORMATIVA

ESMA 2018: NORMATIVA 1

 

Come previsto dalle regole emanate dell’ESMA, l’Autorità europea degli strumenti finanziari OGGI (01.08.2018) entrano in vigore rilevanti novità tra cui la più importante è:

RESTRIZIONE DELLA LEVA FINANZIARIA:

30:1 per le valute principali,

20:1 per il forex,

10:1 per le altre materie prime,

5:1 per le singole azioni,

2:1 per le criptovalute.

I BROKER EUROPEI non potranno continuare ad offrire ai clienti retail leve superiori, ma dovranno adeguarsi alle direttive dell’ESMA.

I BROKER NON EUROPEI, in quanto non soggetti all’ESMA, non saranno sottoposti a questo tipo di restrizioni e potranno continuare ad offrire ai clienti retail LEVE FINANZIARIE SUPERIORI.

 

 

 

ESMA 2018: NORMATIVA 2

Laura Nessun commento

INVESTORS’ GALA

INVESTORS' GALA 3

Galà degli Investitori Sponsorizzato da XM a Roma

Sabato 30 giugno 2018

Dichiarativo.com parteciperà all’evento e sarà disponibile per spiegare la fiscalità dei conti trading nonché gli obblighi derivanti dal possesso di un conto XM.

INVESTORS' GALA 4

Laura Nessun commento

ITForum Rimini 2018

ITForum Rimini 2018 5

I T Forum 14/15 GIUGNO 2018

PALA CONGRESSI DI RIMINI

Dichiarativo.com sarà presente al più grande evento italiano dedicato al Trading.

Prenota un appuntamento con il team di Dichiarativo.com per un incontro di 15 minuti durante l’esposizione.

 

Info:

support@dichiarativo.com 

 

Per maggiori informazioni visita il sito dell’ ITForum 

ITForum Rimini 2018 6

Giorgio Nessun commento

Webinar IB: La fiscalità italiana del conto Interactive Brokers

Dichiarativo.com ha il piacere di presentare il webinar
organizzato da InteractiveBrokers

dal titolo

La Fiscalità Italiana del Conto Interactive Brokers

relatore Dott. Giorgio Micheli Dichiarativo.com

Mer 30 maggio 18.00 – 19.00

 

Webinar IB: La fiscalità italiana del conto Interactive Brokers 7

Il webinar è gratuito

Nel webinar vengono prima spiegati i possibili regimi fiscali dei conti trading evidenziando quali sono i vantaggi del regime fiscale dichiarativo del conto Interactive Brokers.

Successivamente viene affrontata la tassazione delle diverse categorie di strumenti finanziari, le Webinar IB: La fiscalità italiana del conto Interactive Brokers 8modalità di adempimento degli obblighi fiscali e le possibili sanzioni.

Al termine del webinar il relatore risponderà alle domande generiche mentre alle domande specifiche verrà risposto via mail se possibile.

Tutti possono iscriversi al webinar organizzato da Interactive Brokers di cui Dichiarativo.com è relatore

Segua questo link alla pagina del sito di Interactive Brokers (le richieste presenti non sono riferibili a Dichiarativo.com):

Il Webinar si è concluso. Per ricevere una registrazione del webinar sulla fiscalità del conto trading, mandare una email a:  support+webinar@dichiarativo.com

 

 

 

 

 

 

 

 

Interactive Brokers LLC fa parte di NYSE,FINRA, SIPC.

Laura Nessun commento

Dichiarare il conto trading è sempre obbligatorio

Dichiarare il conto trading italiano o estero in regime dichiarativo è sempre obbligatorio se in presenza di una plusvalenza, di una minusvalenza o addirittura se non sono state effettuate alcune operazioni.

Avere un conto trading in regime dichiarativo presuppone l’obbligo da parte del cliente o del contribuente di effettuare tutti i conteggi da inserire nella dichiarazione dei redditi.

Dichiarare il conto trading è sempre obbligatorio 9

 

Il conto trading in regime dichiarativo va sempre dichiarato, ma vediamo le tre differenti casistiche in cui ci si può trovare:

♦ Se ho PLUSVALENZE

Pagare l’imposta del 26% sulle plusvalenze delle attività finanziarie e del 12,5% su obbligazioni e Titoli di Stato.

♦ Se ho MINUSVALENZE

Dichiarare le minusvalenze non è obbligatorio ma è preferibile farlo per non perdere la possibilità di compensare con plusvalenze successive entro 4 anni.

Devo obbligatoriamente compilare il quadro RW e pagare l’imposta IVAFE.

♦ Se NON ho operato sul conto devo obbligatoriamente:

  1. compilare il quadro RW (ai fini del monitoraggio fiscale)
  2. pagare l’imposta IVAFE

 

Che sanzioni comporta il non dichiarare il proprio conto trading?

 

Il non ottemperare agli obblighi fiscali comporta le seguenti sanzioni:

♦ Infedele o omessa dichiarazione dei redditi: €250

♦ Sanzione del 30% delle imposte non pagate o non dichiarate

QUADRO RW (sanzioni previste dal monitoraggio fiscale)

♦ Sanzione variabile dal 5% al 15% delle somme non indicate in RW

♦ Raddoppio dei termini di accertamento

 

 

Dichiarare il proprio conto trading è obbligatorio

Dichiarare il proprio conto trading è obbligatorio


Compila il nostro form al link https://www.dichiarativo.com/contact per essere contattato e per ricevere le nostre tariffe.

Visita la pagina https://www.dichiarativo.com/invio-dati-conti-trading per scoprire le modalità per consegnare i dati a Dichiarativo.com e ottenere un PREVENTIVO PERSONALIZZATO GRATUITO.


Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/Dichiarativocom-847508712089807

andreamusco Nessun commento

Ease Your Way In To The Global Stock Market

Heads up, you know darned well that you have to do something with your money. Something besides enjoying your weekends and getting your hands on the latest electronic gadget. That something, as you have probably already figured out is about getting up close and personal with the world of investments.

Read more